I migliori 10 software per gestire le lezioni online

Negli ultimi giorni aziende, enti di formazione, scuole e Università ci hanno contattato per un supporto nell’organizzare le loro attività da remoto. Data il periodo storico che stiamo vivendo e la crescente necessità di informazioni sul tema, ho deciso di dedicare un approfondimento solo agli strumenti digitali pensati per gestire videoconferenze, lezioni, meeting e appuntamenti da remoto. 

Vediamoli insieme.

1. Zoom

Zoom è uno dei miei tool preferiti. Nasce per gestire videochiamate e webinar, ma è uno strumento estremamente versatile e con grandissime potenzialità.

Zoom è un tool solido, la qualità audio video è tra le migliori in circolazione, ed è molto potente. Ad esempio, gestisce fino a 1.000 persone contemporaneamente in call e fino a fino a 10.000 per assistere ad un webinar. Direttamente da Zoom poi potete gestire il live streaming su altre piattaforme (Facebook Live, ad esempio). Anche la app mobile di Zoom è molto stabile, performante ed estremamente facile da usare.

Oltre a tutto questo, Zoom raccoglie anche funzionalità che lo rendono forse lo strumento più versatile, anche per gestire le videolezioni: chat di gruppo, chat private, spazio per gestire la domanda e risposta, possibilità di dare la parola (ed il video) ai partecipanti che si prenotano su alzata di mano, possibilità di prendere il controllo del computer di una persona collegata trascrizione automatica delle chat, trascrizione automatica dell’audio (per ora sono in inglese), gestione delle richieste di partecipazione e gestione delle presenze (soprattutto se dobbiamo rendicontare presenti ed assenti ad una lezione, per esempio).

Un’altra funzionalità molto comoda secondo me è la possibilità di salvare il video e l’audio del meeting o la lezione che avete tenuto anche su cloud. 

Zoom offre un piano gratuito per poterne testare le funzionalità con una limitazione; se vuoi gestire (con il piano gratuito) meeting da remoto per più di 2 persone questi possono durare al massimo 40 minuti.

I piani a pagamento sono comunque accessibili; si parte da 14 dollari al mese circa.

Per maggiori informazioni: https://zoom.com

2. Google Classroom

Risultato immagini per Google Classroom

È uno dei tantissimi strumenti che Google offre gratuitamente ed è pensato proprio allo scopo di gestire una una classe e tenere lezioni da remoto e completamente on-line.

Google Classroom offre molte possibilità: creare dei moduli didattici ben definiti, caricare contenuti diverso di qualsiasi tipo (video, presentazioni, documenti), assegnare degli esercizi da svolgere alla fine di ogni modulo, assegnare delle valutazioni sulla base dei risultati del test, definire dei punteggi, comunicare via chat.

Google Classroom è pensato per replicare quanto più possibile il rapporto docente-studente che si vive in aula, sfruttando tutte le potenzialità delle lezioni da remoto.

Un altro vantaggio, tipico degli strumenti di casa Google, è che Google Classroom è facile da utilizzare, soprattutto per chi si approccia per la prima volta a questo tipo di attività. Ed è in più… è gratis!

Per maggiori informazioni su Google Classroom: https://classroom.google.com

3. Big Blue Button

Risultato immagini per Big Blue ButtonBig Blue Button è uno strumento avanzato e le sue funzionalità sono pensate per un uso professionale. 

Big Blue Button, infatti, permette: simulare una una lavagna bianca sulla quale il docente può scrivere, condividere la webcam di tutti i partecipanti (e quindi possono intervenire più persone e interagire tra loro) oltre alle funzionalità classiche di questi strumenti per lo smart working: comunicazione via chat, gestione di commenti e di feedback, lancio di sondaggi e creazione di stanze tematiche. 

Big Blue Button è un progetto Open Source, puoi quindi utilizzarlo gratuitamente. Richiede un po’ di tempo per prenderci confidenza, ma poi offre una gamma molto completa di strumenti per supportare al meglio la gestione di attività da remoto e in smart working.

Per maggiori informazioni su Big Blue Button: https://bigbluebutton.org/

4. WeSchool

Risultato immagini per WeSchoolWeSchool (strumento sviluppato da TIM) è una piattaforma che crea una classe digitale: permette a docenti e studenti di svolgere regolarmente le lezioni anche da casa.

WeSchool mette a disposizione dei docenti funzionalità molto utili: aula virtuale dove svolgere le lezioni online agli studenti collegati da casa, test da sottoporre agli studenti, raccolte di materiali preparati dal docente e consultabili online dagli studenti, bacheca online da utilizzare per pubblicare avvisi e documenti, registro dover registrare le informazioni su quali esercizi e verifiche sono stati fatti da ciascun alunno, e con quali risultati. 

WeSchool è uno strumento gratuito e contiene anche 7.000 lezioni, in formato video o testuale. Chiunque può assistere alle lezioni gratis, in streaming, in qualsiasi momento, su diverse materie: storia, filosofia, scienze, lingue, musica, letteratura, arti & tecniche ecc.
Per informazioni su WeSchool: https://www.weschool.com/

5. Adobe Connect

Risultato immagini per adobe connectAdobe Connect è uno strumento che fa parte della famiglia Adobe. Come per tutti i prodotti targati Adobe, siamo l’approccio è molto professionale (e a pagamento).

Adobe Connect nasce per la didattica, essendo a tutti gli effetti un Learning Management System (LMS), ma è adatto anche ad utilizzi più aziendali come riunioni aziendali in smart working, webinar ecc. 

Adobe Connect è già molto utilizzato da Università importanti e in aziende di alto livello perché, oltre a tutte le possibilità offerte dagli strumenti simili, fornisce features come creazione di template di classe, gestione del setting video e degli sfondi e una vasta serie di integrazione con altri strumenti tramite API.

Adobe Connect offre una periodo di prova gratuita di 90 giorni, ma non è consigliabile a chi inizia per la prima volta con questo tipo di attività, meglio iniziare con strumenti più semplici.

Per maggiori informazioni su Adobe Connect: https://www.adobe.com/products/adobeconnect.html

6. Class Dojo

Risultato immagini per class dojoClass Dojo è uno strumento pensato per attività didattiche da remoto per i bambini più piccoli. Anche il suo funzionamento è più orientato a un pubblico di bambini, che spesso hanno più bisogno di essere intrattenuti, piuttosto che ricevere una normale lezione frontale, grazie alla multimedialità.

Con Class Dojo, ad esempio, puoi giocare con i colori, usare musiche di sottofondo, condividere in tempo reale con i genitori (tramite app mobile) quello che succede  potete condividere in tempo reale quello che succede con i genitori.

Un’altra feature molto interessante, soprattutto per i bambini, è la possibilità di creare una sorta di portfolio digitale dove caricare disegni, foto e altri materiali. Si crea così una bacheca della classe dove i bambini vedono e condividono i loro lavori “artistici”.

Per maggiori informazioni su Class Dojo: https://www.classdojo.com/

7. Google Hangouts

Risultato immagini per Google HangoutsGoogle Hangouts non può ovviamente mancare nella mia lista. È uno strumento molto agile, ma limitato per chi cerca funzionalità più avanzate o vuole gestire la didattica da remoto.

Google Hangouts è perfetto se devi fare una call o una video call “al volo” senza scaricare e installare software particolari. Bastano un paio di click e puoi partire con il meeting. 

Google Hangouts supporta comunque delle funzionalità base: la condivisione delle schermo e la gestione di una chat di gruppo. Tutto gratis.

Per maggiori informazioni su Google Hangouts: https://hangouts.google.com/

8. GoToWebinar

Risultato immagini per GoToWebinarGoToWebinar è probabilmente uno dei tool più “famosi” in questo ambito, soprattutto tra coloro che organizzano molti webinar o lezioni on-line. È il fratello maggiore di GoToMeeting che, invece, gestisce solo riunioni da remoto.

GoToWebinar permette di gestire anche la didattica molto agevolmente: sezione per le domande e le risposte, condivisione di materiale, gestione di quiz e domande, gestione degli interventi per alzata di mano. Oltre ovviamente a tutte le funzionalità base che abbiamo visto negli altri strumenti per gestire la didattica e gli appuntamenti da remoto.

GoToWebinar offre un piano gratuito con limitazioni e dei piani a pagamento (non proprio economici) a partire da 89 euro al mese. 

Per maggiori informazioni su GoToWebinar: https://www.gotomeeting.com/it-it/webinar/features

9. WebinarJam

WebinarJam è una piattaforma prevalentemente dedicata ai webinar, quindi simile ad alcune che abbiamo visto in precedenza, ma che dedica particolare attenzione alla vendita.

WebinarJam, infatti, offre alcune integrazioni che consentono di gestire il processo di vendita dal webinar: creazione di landing page, integrazione con il calendario per fissare gli appuntamenti, salvataggio automatico dello streaming, integrazione con le principali piattaforme di pagamento on-line.

È uno strumento quindi molto utile per la forza vendita delle aziende che vogliono gestire anche alcune trattative commerciali da remoto.

Per maggiori informazioni su WebinarJam:  https://home.webinarjam.com/index 

10. OpenMeetings

Risultato immagini per OpenMeetingsOpenmeetings è un tool completamente Open Source, molto potente e completamente adattabile, ma adatto agli “smanettoni”.

Openmeetings, infatti, richiede conoscenze e capacità molto tecniche, quindi lo consiglio solo a chi è ad un livello avanzato di conoscenze informatiche. Se siete dei bravi “smanettoni”, Openmeetings può regalare bello soddisfazioni perché, pur nascendo per gestire meeting e videoconferenze, può essere integrato e adattato per molte esigenze, anche di didattica on-line. 

Per maggiori informazioni su Openmeetings: https://openmeetings.apache.org/

Il mio consiglio

Per le funzionalità, la stabilità, la facilità di utilizzo anche per i partecipanti e il rapporto qualità/prezzo mi sento di consigliarti ZOOM.

È per questi motivi che ho scelto di utilizzarlo anche nella mia azienda e di diventarne partner autorizzato. Ti consiglio di attivare la versione gratuita, provarlo per un po’… vedrai che non tornerai indietro!

E adesso?

Il futuro sta bussando, molto forte, alla nostra porta. È giunto il momento di aprire questa porta ed iniziare a sfruttare questi (potentissimi) strumenti con l’obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro e superare ogni barriera.